Regolamento di Classe

 

Download the Class Rules and annexes- Scarica il Regolamento di Classe con gli annessi

 

Scarica l'Allegato B - ESPONENTE DEI CARICHI-ITA (formato xls)

Download the Annex B – WEIGHTS CALCULATIONS-ENG (xls format)

 

 (INTERPRETAZIONI, DOMANDE e RISPOSTE infondo alla pagina / INTEPRETATIONS, QUESTIONS AND ANSWERS at the bottom of the page)

 _________________________________________________________________
Class Rule R3 2019 - 2022

Regolamento di Classe R3 2019 - 2022

____________________________________________________

 

Special Rules
Norme Speciali
 

 

Premise

Present Rules aim to promote research, formation, and innovation in nautical design through the organization of regattas with sailboats designed and manufactured by students enrolled in universities under a common teaching program and in accordance with R3 Class Rule. R3 Class Rule is an open class rule: anything not specifically prohibited by the class rules is permitted.

Premessa

Con il presente regolamento si intende promuovere un programma di formazione, ricerca ed innovazione nel design nautico attraverso l'organizzazione di regate tra barche a vela progettate e realizzate da studenti universitari nel quadro di un programma didattico comune e nel rispetto del Regolamento di classe R3.

Il regolamento di classe R3 è un regolamento aperto: tutto quanto non espressamente vietato da questo regolamento è consentito.

 

Aims

The aim of the present initiative is to push Universities to organize, within their internal structures, teaching activities for the design and manufacturing of 15-feet long sailboats in accordance with the specifications and requirements of the R3 Class Rule.

Obiettivi

L’obiettivo dell’iniziativa è spingere gli Atenei universitari all’organizzazione, all’interno delle proprie strutture, di attività didattiche finalizzate alla progettazione e realizzazione di imbarcazioni a vela di 15’ di lunghezza che rispondano alle caratteristiche e ai requisiti previsti dal Regolamento di classeR3.

 

Purpose

The purpose of the initiative is to promote an annual or bi-annual meeting between university teams in agreement with 1001VELAcup aims. The calendar and the program of the events is defined by the Technical Committee provided in R3 Class Rules, along with the proposals of the participating universities.

Finalità

Scopo dell’iniziativa è quello di promuovere con cadenza annuale o biennale un incontro tra le Università aderenti alla 1001VELAcup. Il calendario e il programma della manifestazione vengono definiti dalla Commissione Tecnica prevista dal Regolamento di classe R3, sentite le propostedegli atenei partecipanti.

 

Generalities

Boats participating to the program 1001VELAcup must comply with actual Special Rules, must be designed and manufactured in accordance with R3 ClassRules, and must be governed by teams composed of students enrolled at a university.

Generalità

Le imbarcazioni che partecipano al programma 1001VELAcup devono rispettare le presenti Norme speciali di Classe R3, devono essere progettate e realizzate secondo quanto stabilito dal Regolamento di Classe R3, e devono essere governate da equipaggi formati da studenti iscritti presso qualsiasi Ateneo.

 

1) Eligibility for the 1001VELAcup Trophy

Crew:

a) Crews enrolled in the 1001VELAcup must be composed by students enrolled in a participating University (Annex D).

b) Crew members shall not hold a Group 3 Classification (World Sailing Sailor Code, Annex D).

c) In regattas with multiple consecutive trials, the crew composition (min. 2 persons) cannot change for the duration of the event

d) Students that turn 30 years or more in the year of the event cannot compete.

Boats:

e) Onlyboats that have been designed and built by students enrolled in degree courses of the participating universities are allowed.

f) Boats will be identified by a sail number issued by1001VELACup.

g) Hulls and keels must to be built by students in a university laboratory, under the overview of university selected teaching staff. If a university will use an external structure, the boatyard must release a declaration assessing that the personnel has not directly been involved in the construction or has not provided technical suggestions.

h) Equipment, rigging and sails, except for wing sail structures, can come from suppliers out of the participating university.

Participants:

i) Each university participating to the 1001VELACup can compete with max. 3boats.

l) Each boat must be associated univocally with a specific crew (at least 2 people), throughout all the regattas. Every crew member can be associated only to a single boat.

m) If more universities will participate as a consortium, they must designate the university that represents them.

1) Ammissione alla regata per il Trofeo 1001VELAcup

Equipaggi:

a) Gli equipaggi che partecipano al programma 1001VELAcup devono essere costituiti da studenti iscritti ad un ateneo partecipante (vedi Allegato D).

b) Tutto l'equipaggio non deve essere in possesso di una Classificazione di Gruppo 3 (World Sailing Sailor Code) (vedi Allegato D).

c) In una manifestazione a più prove consecutive la composizione dell’equipaggio (min. 2 persone) è fissa per tutta la durata della manifestazione.

d) Non sono ammessi studenti che superino i 30 anni nell'anno della regata.

Imbarcazioni:

e) Sono ammesse unicamente imbarcazioni che siano state progettate e costruite dagli studenti iscritti a corsi di laurea di un ateneo partecipante.

f) Le barche saranno identificate da un numero velico rilasciato da 1001VELAcup.

g) Lo scafo e le appendici devono essere realizzati dagli studenti presso un laboratorio di ateneo sotto la guida di docenti scelti dall’Ateneo. Qualora l'ateneo decidesse di utilizzare una struttura esterna, il titolare del cantiere dovrà rilasciare una dichiarazione che attesti che il personale non sia stato direttamente coinvolto nella costruzione o abbia fornito consulenze.

h) L’attrezzatura, l’armo e le vele, ad esclusione delle strutture delle wing sails, possono provenire da forniture esterne all’Ateneo partecipante.

Partecipanti:

i) Ogni ateneo partecipante può partecipare alla 1001VELACup con un massimo di 3 imbarcazioni.

l) Ad ogni imbarcazione deve essere associato univocamente un equipaggio, ogni membro di equipaggio può essere associato ad una sola imbarcazione.

m) Nel caso più atenei decidano di partecipare in consorzio, deve essere nominato l'ateneo rappresentante.

 

2) Regatta rules

Regattas will be run in real time along with the following rules:

a) The actual World Sailing Racing Rules of Sailing by using the Low Point System.

b) The notice of Race and the Regatta's Instructions released for the event.

c) The Special R3 Class Rules.

d) Regattas will be run inside the following wind speed limits: min. 2 m/s – max. 10 m/s. The regatta Committee is free to evaluate the safety conditions even in that range.

2) Regole di regata

Le regate si correranno in tempo reale applicando:

a) Il Regolamento di Regata World Sailing in vigore con l’applicazione della regola del punteggio minimo.

b) Il Bando e le Istruzioni di Regata emanati per la manifestazione.

c) Le Norme speciali di Classe R3.

d) Le regate saranno disputate all’interno dei seguenti limiti di vento: min. 2 m/s – max. 10 m/s. A discrezione del comitato di regata resta in ogni caso la valutazione delle condizioni di sicurezza della manifestazione anche nell’ambito dell’intervallo di vento predefinito.

 

3) Paolo Padova Trophy

Premise:

The Trophy has been created in 2013 and is dedicated to Paolo Padova, a meaning figure in sharing, with his students, the 1001VELAcup principles and philosophy.

Boats:

a) Same rules of the 1001VELAcup trophy will be applied.

Crews:

b) Crews must be composed by a member of the teaching staff holding a permanent position in a participating university and a student enrolled in a participating university.

c) Paolo Padova Trophy will be run in real time under the actual World Sailing Racing Rules of Sailing by using the Low Point System.

3) Trofeo "Paolo Padova"

Premessa:

Il trofeo istituito nel 2013 è dedicato a Paolo Padova che, con il suo agire e per il ruolo che ricopriva, è stato una figura emblematica dei principi condivisi da 1001VELAcup.

Imbarcazioni:

a) Saranno applicate le stesse regole del Trofeo 1001VELAcup.

Equipaggi:

b) gli equipaggi che partecipano al Trofeo Paolo Padova devono essere costituiti da un docente con una posizione permanente nell'ateneo partecipante ed uno studente iscritto in un ateneo partecipante.

c) il Trofeo Paolo Padova si svolgerà seguendo le regole del Regolamento di Regata World Sailing in vigore con le norme integrative emanate dalla F.I.V. e sarà applicato il punteggio minimo.

__________________________________________________________________________________

R3 class rules

Introduction

Present class rules were compiled with the intent of constraining universities to design and build sailing boats limited in dimension by using usual technologies and with limited costs, by putting university laboratories even with different available skills and equipment on the same level also by introducing material limitations.

Premessa

Il presente regolamento è stato redatto con l’intento di far realizzare imbarcazioni a vela di limitate dimensioni utilizzando tecnologie facilmente accessibili e con costi contenuti, mettendo sullo stesso piano laboratori didattici universitari con capacità e attrezzature differenti, anche attraverso l’introduzione di limitazioni di scelta dei materiali.

 

Objectives

Present rules aim to organise regattas with boats manufactured at university laboratories having similar characteristics and letting a great range of design possibilities.

Obiettivi

Il presente regolamento si propone di far regatare insieme barche con le stesse caratteristiche, realizzate all’interno degli Atenei, lasciando ampio margine per la loro progettazione.

 

1. Dimensions

a) Maximum length overall: 4.60 m.

b) Maximum beam overall: 2.10 m.

c) For the measurements of the dimensions given at point a) and b) a maximum tolerance admitted is 15 mm.

d) The rudder and its mounting system are excluded in the overall length measurement.

e) Bowsprits are allowed only if used for flying sails off and are excluded from the overall length measurement.

1- Dimensioni

a) Lunghezza massima fuori tutto: 4,60 m.

b) Larghezza massima fuori tutto: 2,10 m.

c) Per la misurazione delle dimensioni definite ai punti a) e b) è prevista una tolleranza massima di 15 mm.

d) Il timone e il suo sistema di supporto installato sull’imbarcazione sono esclusi dalla misura della lunghezza massima fuori tutto.

e) È ammesso l’uso di un bompresso o di un tangone, escluso dalle dimensioni massime, solo se necessario alla manovra delle vele.

 

2- Materials and construction

Definitions:

Natural materials: a 'natural' material and/or a natural fibre is any material that comes from plants or animals, and is not chemically synthesized;

Bio materials: a ‘bio’ material is any material that can be decomposed by biological activity;

Recyclable materials: a ‘recyclable’ material is any material that can be reprocessed, so that it can be brought back to its original properties.

Exception:For boats that will participate for the first time in the 1001VELAcup's Trophy 2019, as well as those that have participated earlier, non-natural and/or non-recyclable basalt fibres and matrix shall be considered ‘natural materials’. From 2020 basalt fibres shall not be included in this category.

a) The whole system of hull deck and racks must be made with a content in 'natural' and/or 'bio' and/or 'recyclables’ materials not lower than:

- 70% in weight if only natural materials are taken into account;

- 75% in weight if bio and/or recyclable materials are taken into account.

b) Hiking wings (or racks) are allowed if in accordance with the dimensional and material composition limits;

c) Except for what mentioned in d), the following materials are banned: high-modulus fibres, titanium.

d) High-modulus fibres are allowed for the bowsprit, if not integrated in the boat, and hull appendages.

e) Sails cannot be made in high-modulus fibres and they must have a statement from the sail maker along with annexes C and C1;

f) The mast and boom must be made in 'natural' and/or 'bio' and/or 'recyclables' materials

Materiali e costruzione

Definizioni:

Materiali naturali: per materiale 'naturale' o ‘fibra naturale’ si intende qualsiasi materiale che provenga da piante o animali e che non sia stato sintetizzato chimicamente;

Bio materiali: per materiale 'bio' si intende qualsiasi materiale che possa essere decomposto da attività biologica;

Materiali riciclabili: per materiale 'riciclabile' si intende qualsiasi materiale che possa essere trattato in modo da permettergli di riacquisire la/le proprietà originarie

Deroga: Per barche che hanno partecipato per la prima volta al Trofeo 1001VELAcup 2019, cosi come quelle che hanno partecipatto prima,le fibre di basalto con matrice non-naturali e/o non riciclabili saranno considerate come “materiale naturale”. Dal 2020 le fibre di basalto non saranno incluse in questa categoria

a) L'insieme scafo, coperta e terrazze dovrà essere realizzato con un contenuto in materiali 'naturali' e/o 'bio' e/o 'riciclabili' non inferiore a:

- 70% del peso se si tiene conto solo dei materiali 'naturali';

- 75% del peso se si tiene conto dei materiali 'bio' e/o materiali 'riciclabili'.

b) E' ammesso l’uso di terrazze nel rispetto dei limiti dimensionali e costruttivi definiti.

c) Salvo quanto menzionato in d) non sono ammessi i seguenti materiali: fibre ad alto modulo, titanio.

d) E' ammesso l'utilizzo di fibre ad alto modulo per la realizzazione del solo bompresso, se non integrato all'imbarcazione, e delle appendici.

e) Le vele non possono essere realizzate in fibre ad alto modulo e dovranno essere accompagnate da una dichiarazione del velaio in accordo con quanto descritto negli allegati C e C1.

f) L’albero e il boma devono essere realizzati in materiali 'naturali' e/o 'bio' e/o 'riciclabili' come da regola 2a).

 

3- Appendices

a) Appendixes are not restricted in number, shape, surface and material.

b) Appendixes must stay inside the maximum length and beam.

3- Appendici

a) Le appendici sono libere in numero, sagoma e superfici e materiali.

b) Le appendici devono rientrare nei limiti di lunghezza e larghezza massime

 

4- Rig

a) The height of the mast is not restricted.

b) Trapezes are allowed.

4- Armo

a) L’altezza dell’albero è libera.

b) Sono ammessi trapezi.

 

5- Sail plan

a) The sail plan must have a maximum total surface area of 33 m2. The calculation of the areas is carried out according to Annex C for laminate sails and according to annex C1 for wing sails (any sail with a distance between windward surface and leeward surface in operating conditions bigger that the thickness of the sheet).

b) Kites are not allowed.

c) Only one set of sails is allowed in competitions with more regattas.

d) Every university can present a measured sail set signed by an official measurer of the sailing federation from the university country, the measures will be taken along with annexes C and C1.

5- Piano velico

a)Il piano velico avrà una superficie massima complessiva pari a 33 m2. Il calcolo delle superfici sarà effettuato secondo quanto riportato nell’allegato C per le vele in laminato ed in base a quanto riportato nell’allegato C1 per le vele di tipo alare (wing sail); si intende per wing sail o vela alare qualunque vela che, in esercizio, presenti una distanza tra superficie al vento e superficie sottovento superiore allo spessore proprio della lamina.

b)Non sono ammessi armi tipo kite o aquilone

c)In una manifestazione a più prove consecutive è ammesso un solo gioco di vele

d)Ogni ateneo può presentare le vele già stazzate da uno stazzatore autorizzato della federazione velica dello stato di appartenenza, seguendo le indicazioni degli allegati C e C1.

 

6- Hull

a) The hull must not have concavities in cross sections below the waterline.

b) It must be a monohull; multihulls are not allowed.

c) The hull must not have asymmetrical cross-sections.

d) The hull must be able to provide sufficient buoyancy to the safety of the vessel and its crew, of at least 80 litres; in the form of foam, expanded material, air bags and/or inspectable watertight compartments. The caps of the inspection holes will be minimum 2 an have a diameter of 12 cm min. They must be located in the anterior and posterior part of the boat to provide a complete inspection.

e) The appendages must be securely fixed to the hull.

6- Scafo

a) Lo scafo non deve presentare concavità nelle sezioni trasversali al di sotto della linea di galleggiamento.

b)Lo scafo deve essere unico; non sono ammessi multiscafi.

c) Lo scafo non deve presentare sezioni trasversali asimmetriche.

d) Lo scafo deve poter garantire una riserva di galleggiamento sufficiente alla sicurezza dell’imbarcazione edel suo equipaggio, pari ad almeno 80 l, sotto forma di schiuma, espanso, sacchi d’aria, compartimenti stagni ispezionabili. I tappi di ispezione dovranno essere minimo 2, avere diametro minimo di 12 cm ed essere posizionati uno nella zona posteriore e uno nella zona anteriore della coperta e comunque secondo logica in modo da permettere una adeguata ispezione.

e) E’ obbligatorio assicurare le appendici

 

7- Conformity and book of rules

a) Boats must be accompanied by a self-certification of the represented University showing compliance with this Regulation in accordance with Annexes A and B.

b) Boats could be subject to compliance testing by a Control Committee composed by the three best qualified universities in the last year and one member of 1001VELAcup association.

c) If a boat is damaged, repair or replacement of parts is permitted, as long as it complies with the class rules.

d) If non-conformity to a rule can not be corrected, it shall be rectified with on-board installation of “correction weights” of 5 kg in number established by the T.C., placed at a distance less than 50 cm from the transom.

e) Protests regarding measurement will be accepted until two hours before the start signal of the first race, except for infraction happened during the race/s .

f) Two months before the start of the regatta the following documents must be provided:

f.1) Draws of the forms, waterlines and construction plan;

f.2) Detailed technical description about the construction;

f.3) Technical sheets of the used materials;

f.4) Annex ASelf Certification of Compliance” and Certificate of conformity signed by the sailmaker;

f.5) Annex B “Weight Calculations”;

f.6) Photos and/or clips about the construction process;

f.7) University enrolment certificate and sailing federation inscription card for the athletes (they must not be classified as Group 3 - World Sailing Sailor Code).

7- Conformità al regolamento

a) Le barche dovranno essere in possesso di una autocertificazione dell’Ateneo rappresentato attestante la conformità al presente regolamento secondo i modelli allegati A e B.

b) Le imbarcazioni potranno essere sottoposte a verifiche di conformità.

c) Qualora una barca venga danneggiata è ammessa la riparazione o la sostituzione delle parti a seguito della quale si verificherà nuovamente il rispetto delle regole di stazza.

d) Qualora non sia possibile correggere eventuali difformità, queste saranno sanate con l’istallazione a bordo di pesi correttori da kg 5, in numero stabilito dalla C.T., posti a distanza inferiore a 50 cm dallo specchio di poppa.

e) Le proteste di stazza saranno ammesse entro le 2 ore dall'inizio delle regate o serie di regate, salvo infrazioni commesse nel corso dell'evento.

f)Entro due mesi dall'inizio delle regate dovranno essere presentati i seguenti documenti:

f.1) Disegni delle linee d’acqua e del piano di costruzione;

f.2) Descrizione dettagliata della tecnica di costruzione adottata;

f.3) Schede tecniche dei materiali usati;

f.4) Allegato A “Dichiarazione di conformità” con allegata dichiarazione del velaio;

f.5) Allegato B “Calcolo dell’esponente del peso”;

f.6) Foto e/o filmati di tutte le fasi della costruzione.

f.7) Certificato di iscrizione all’ateneo per l’anno in corso e tessera della federazione velica del paese di appartenenza per gli atleti (sono esclusi gli atleti facenti parte del gruppo 3 - World Sailing Sailor Code).

 

8- Technical committee

a) The technical committee is composed by four members named by 1001VelaCup and by the representatives of the first three classified universities of the previous edition of the Trofeo 1001VELAcup.

8- Commissione Tecnica

a) La Commissione Tecnica è costituita da quattro membri nominati da 1001VelaCup e dai rappresentanti dei primi tre Atenei classificatisi nella precedente edizione del Trofeo 1001VELAcup.

 

Amendments

a) This Regulation will be valid until November 2022 .

b) This regulation could be supplemented and/or modified by the Technical Committee as a result of any proposals by the universities concerned.

c) Proposed amendments must be submitted to the Technical Committee within 7 days from the date of award of the Trophy 1001VELAcup.

d) The Technical Committee will review the proposed amendments within 30 days from the date of award of the Trophy 1001VELAcup.

Emendamenti

a) Il presente regolamento è valido fino a November 2022.

b) Il presente regolamento potrà essere integrato e/o modificato dalla Commissione Tecnica a seguito di eventuali proposte da parte degli Atenei interessati.

c) Le proposte di emendamento dovranno essere sottoposte alla Commissione Tecnica entro 7 giorni dall'assegnazione del Trofeo 1001VELAcup.

d)La Commissione Tecnica provvederà a esaminare le proposte di emendamento entro 30 giorni dall'assegnazione del Trofeo 1001VELAcup.

 

Interpretations

If a university requires clarification on the interpretation of some of these rules only the interpretation expressed by the Technical Committee will apply.

The official language of these class rules is Italian, all interpretations will refer to the Italian language meanings.

Interpretazioni

Qualora un Ateneo richiedesse chiarimenti sull’interpretazione di alcune delle presenti regole sarà valida solo l’interpretazione espressa dalla Commissione Tecnica.

La lingua ufficiale del presente regolamento di classe è l'Italiano, tutte le interpretazioni faranno riferimento ai significati in lingua italiana.

 

Roma, 3/02/2019

il Comitato Tecnico

the Technical Committee

 

 

 

INTERPRETAZIONI / INTERPRETATIONS


ITA
Domanda 1:
<<[…] sarebbe permesso  unire nel calcolo il peso delle terrazze in alluminio, […], per il raggiungimento della percentuale di naturale richiesta?
O tale componente può essere solo considerato nella percentuale bio+reciclabile?>>

Risposta 1:
Se si sceglie di fare una barca con materiali naturali, vanno calcolati solo materiali naturali. In questo caso si deve raggiungere il 70% del peso (usando, per esempio, lino, balsa, legno, etc.).
Se invece si prevede di inserire nella percentuale anche materiali riciclabili (come le terrazze in alluminio) allora bisogna raggiungere il 75% in peso di naturali+riciclabili (cosi come naturali+bio o naturali+riciclabili+bio o solo bio o solo riciclabili)

Domanda 2:
<< Non essendo esplicitata una definizione per le resine BIO, che potrebbero risultare una valida alternativa per rientrare nel conteggio di materiale "bio e/o riciclabile" utilizzando esclusivamente compositi, si potrebbe avere chiarezza riguardo le tipologie accettate da regolamento e quindi comprendere la certificazione richiesta al fine di poter presentare un progetto regolare in caso si voglia applicare tale soluzione?>>

Risposta 2:
Si consideri che le bio-resine sono composte da un componente biodagradabile oppure da un materiale naturale, chimicamente trattato, ed una componente di sintesi.
Può essere messa in conto, come “bio materiale” solo la percentuale “bio” della bioresina.

Domanda3:

 <<Un nostro studente si iscriverà ad un corso extra dopo la sua laurea . Il corso da crediti  [...]. [...]. Durante il corso potrà lavorare alla barca. La domanda è se è permesso  [...].
La regola 1e dice:
“Sono ammesse unicamente imbarcazioni che siano state progettate e costruite dagli studenti iscritti a corsi di laurea di un ateneo partecipante.“
La domanda riguarda l’espressione “corsi di laurea”.>>

Risposta3

Il Comitato:
Considrato che le Norme Speciali ammettono <<studenti iscritti ad un ateneo>> in “Premessa”, “Generalità” e nella Regola 1a, senza specificare se l’iscrizione riguarda corsi di laurea;
Considerata la possibilità di seguire masters, Ph.D e / o corsi post laurea in generale in quanto studenti;
Considerata la difficoltà di armonizzare differenti ordini degli studi ( di università private e/o pubbliche, livelli di diploma, organizzazione dei corsi ecc.)
Considerati i limiti imposti dalla regola 1b e 1d delle Norme Speciali
stabilisce che:
è sufficente essere iscritti in un ateneo come studente (fino a dottorati di ricerca) per partecipare alle attività previste dal Regolamento R3.

 

 

 


ENG (easy transaltion of the question)
Question 1:
“[…] is it allowed to insert the weight of aluminium racks  to reach the allowed percentage of natural materials?
Or aluminium racks can be taken in account only if is consider bio+recyclable ?

Answes 1 :
If you choose to use natural materials, you must stick to them. In this case you have to reach 70% in weight of natural materials (using, for example, flax, balsa wood, normal wood, etc.).
If you choose, instead, to insert in the percentage even some recyclable material (aluminum racks, for example), you must reach 75% in weight of the sum of natural+recyclable materials. (as well as natural+bio or  natural+bio+recyclable or bio+recyclable or only bio and only recyclable)

Question 2:
“Not being explicated a definition for bio-resins, can you give us a clarification about what types are allowed by Class Rules, so to integrate the project with a regular certification ?”

Answer 2:
It is considered that bio-resins are compose by a biodegradable component or by a natural material, that is considered chemically processed, and a synthetic component.
It can be taken in account, as “bio material”, only the “bio” percentage of the bio-resin.

Question 3

<<Our student will take an extra course after his MSc exam. This course will give credits [...]. [...]. In this course he can work on our boat. The question is whether that is permitted. [...]
Rule 1e states:
“Only boats that have been designed and built by students enrolled in degree courses of the participating universities are allowed”. [...] The question is related to the expression  “degree courses”.>>

Answer 3:

The Committee,
Considered that Special Rules admits student <<enrolled in universities>> in  "Premis"; "Generalities" and "Rule 1a", not specifyng if it concern a degree course;


Considered the possibility to take masters; Ph.D. and/or post graduate courses in general being student;
Considered the difficulty to armonize the different study organizations (private and/or public universities; degree levels, courses organization, etc.)

Considered the limits imposed by Special Rule 1b and 1d

shall establish that 

it's sufficient to be enrolled in a university as student (up to PhD degree) to participate to the activities foreseen by the R3 rules.

 

DOMANDE E RISPOSTE / QUESTIONS AND ANSWERS

ITA

Condividiamo le risposte, condivise dalla maggioranza dalla CT,  alle richieste  pervenute.

 

<<[...] Apprezzerei particolarmente se poteste darmi qualche ulteriore dettaglio in merito alle ragioni che hanno condotto la Commissione Tecnica a scegliere:

- di mantenere la possibilità di combinare materiali bio e riciclabili, un opzione che permette di combinare modeste percentuali di entrambi (30-40%) ottenendo barche che non sembrano essere, in buona sostanza, né bio né riciclabili;>>
R - Se il problema è di costruire barche competamente bio, completamente riciclabili o completamente naturali il Regolamento di Classe non preclude tale possibilità. Un’imbarcazione può essere  realizzata al 100% in materiali natural o 100% in materiali bio o al 100% in materiali riciclabili e/o una combinazione di questi.
Noi incoraggiamo gli studenti a fare scelte sull’uso di materiali e/o componenti attraverso processi addizionali.

 

<<- di non aver accettato la possibilità di produrre alberi in composito con rinforzi misti, dato che il modo in cui è espressa la regola non permette ragionevolmente di seguire questa strada;>>
R - Per gli scopi del progetto ogni team può immaginare e costruire l’albero combinando più di un materiale. in ogni caso l’usi di fibre ad alto modulo è vietato.

 

<<- di non aver accettato la richiesta i prevedere un incentivo per testare ed utilizzare tecnologie di stampaggio 3D;>>
R- componenti in 3D sono state usate negli anni passati da alcuni team, la CT ritiene che non sia necessario prevedere incentivi specifici per questo.
In ogni caso un incentivo per ricerche sullo stampaggio 3D sono state approvate dal comitato gestore del “Protocollo d’intesa tra Università e 1001VELAcup”, che ha allocato uno specifico stanziamento per il biennio 2019/2020.

 

<<- di non aver introdotto una classifica pesata combinando i risultati sportivi con quelli tecnico-progettuali.;>>
R- Creare un sistema di parametri di valutazione univoco da applicare ai differenti ti pi di imbarcazione, processi di insegnamento, metodi, risorse, budgets, etc. è molto complesso.
Per quest’anno, il comitato ha proposto di separare le due classifiche al fine di acquisire informazioni per lo sviluppo di un sistema di valutazione adeguato per i prossimi anni.

 

<<- di ammettere l’uso della fibra di basalto, introducendo un radicale cambiamento di posizione rispetto alla precedente decisione adottata dalla CT nello squalificare teams che hanno svilupparto barche basate sui compositi in fibra di vetro.;>>
R - La CT è avvertita del fatto ch ele fibre di basalto, cosi come quelle di vetro, potevano essere utilizzate solo nella percentuale dei “materiali non naturali” fino al 2017 e materiali “non riciclabili” e “non naturali” fino ad oggi. La ragione per cui il CT ha deciso di ammettere temporaneamente le fibre di basalto perché dopo lunga discussione, sussisteva ancora un fraintendimentosulla possibilità di usarle. In ogni caso controlli precedenti non hanno rilevato inrregolarità.

 

ENG

We share the answers, approved by the majority of the TC, to the demands recieved.

 

<<[…] I’ll appreciate particularly if you could give me some more details to understand the reasons which led the Commission's discussion on choosing:

- to maintain the possibility of combining bio and recyclable materials, an option that allows to combine modest percentages of both (30-40%) obtaining boats that do not appear to be, in good substance, neither bio nor recyclable;>>

A- If the problem is to build an all-bio, or all-recyclable, or all-natural boat, the Class Rules does not preclude these possibilities.
A boat can be built in 100% natural material or 100% recyclable material or 100% bio materials and/or a combination of them.
We encourage the students to make choices about the utilisation of materials and/or components by additive manufacturing.

<<- not to accept the possibility of producing composite masts with mixed reinforcements, since the way in which the rule was expressed does not reasonably allow to follow this way;>>

A- For the project purpose any team can imagine and build masts combining more than one meterial. However, high modulus fibres are not allowed.

<<- not to accept the request to provide an incentive for testing and applying 3D printing technologies;>>

A- 3D printing components has been used by some team in past years, and the TC believe that there is no need to give specific incentives to it.
Anyway an incentive for 3d printing researches has been approved by the executive board (Comitato Gestore) of the “Memorandum of understanding between Universityes and 1001VELAcup”, that allocated a specific budget for this activity for the two-years-period 2019/2020.
 <<- not to introduce a weighted ranking combining the sports results with the technical and design ones;>>

A- Creating an unambiguous evaluation system of parameters to be applied to all the different kind of boats, teaching processes, methods, resources, budgets, etc. would be very complex.
For this year, the committee proposed to separate the two rankings in order to get information for the development of an adequate evaluation system in the next years.

<<- to admit the use of basalt fibers introducing a radical change of position compared to previous decisions adopted by the TC to disqualifying teams who developed dinghies based on glass fiber composites.>>

A -The TC is aware that basalt fibers, as well as glass fibers, could be used only in the percentage of “non-natural  materials” until 2017 and “non-natural” or “non-recyclable” materials until today. The reason why the TC decided to temporarily admit basalt fibers is because, after a long discussion,  there was still a misunderstanding about the possibility of using it. Anyway previous controls did not highlight irregularities.

 

 

 

 

 

 

Iscrizione

Per sostenerci personalmente potete iscrivervi o rinnovare l'iscrizione all'associazione inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto: "iscrizione/rinnovo all'associazione 1001VELAcup" e completando la mail con Nome, Cognome, Data di nascita, Residenza ed eventuale numero della vecchia tessera.

 

Nel caso siate Studenti: completare le informazioni indicando l'ateneo di appartenenza e allegando un giustificativo (ad esempio la scansione del cert. di iscrizione all'anno in corso)

 

     Vi ricordiamo che la quota di iscrizione è di:

 

     € 12,20 per gli studenti universitari

 

     € 24,40 per Soci Ordinari

 

     € 61,00 per Soci Sostenitori

 

Vi risponderemo con una mail con le modalità di pagamento dell'iscrizione.

Chi siamo

 

L'associazione

A seguito dell'interesse suscitato delle edizioni di 1001Vela per L'Università, il vecchio nome con il quale abbiamo organizzato negli anni addietro le regate interuniversitarie, con imbarcazioni progettate, costruite e condotte da studenti, si è manifestata la necessità di condividere l'enorme quantità di lavoro che che ha portato alla realizzazione dei prototipi.

Per queste ragioni, a  marzo del 2011, è stata fondata l’associazione “MILLE E UNA VELA CUP”, aperta a docenti, studenti e sostenitori, con lo scopo di organizzare, promuovere e sostenere gli scambi culturali tra atenei nell’ambito dell’Architettura Navale.

Dalla ricerca sperimentale all'istituzione di corsi dedicati, dallo sviluppo di concepts innovativi alla riformulazione del metodo formativo fino l'apertura verso realtà produttive esterne agli atenei, l’Associazione vuole essere un contenitore in cui far convergere e promuovere attività di formazione, ricerca e design sviluppate dai partecipanti attraverso pubblicazioni, convegni, organizzazione di competizioni sportive, ecc.

Queste attività vengono proposte tramite un comitato scientifico composto da docenti delle università aderenti all’associazione. L’associazione sta anche promuovendo lo sviluppo di partnership con istituzioni ed operatori del settore navale.

 

Sviluppi
Ultima iniziativa nata è la "1001WATTcup" che ha lo scopo di promuovere la sostenibilità nella nautica a motore privilegiando lʼimpiego di energie da fonti rinnovabili e di tecnologie eco-compatibili.

1001WATTCUP si propone di istituire periodicamente una regata nella quale coinvolgere istituti universitari, enti di ricerca e team interessati con modalità analoghe a quelle con cui si svolge da ormai sei anni il “Trofeo 1001VELACUP”, attraverso la quale stimolare la ricerca applicata, nuovi percorsi formativi e di creare delle connessioni tra Accademia ed Impresa.

In programma, nel breve periodo, un protocollo di intesa per il gemellaggio con realtà già presenti quali il “Dong Solar Challenge” ed il “Frisian Solar Challenge”, competizioni per “Electric Solar Powered Boats”, che ad oggi rappresentano i massimi livelli di ricerca sperimentale condotta su imbarcazioni a propulsione elettrica con alimentazione fotovoltaica, e che sono diventati lʼevento più importante in Olanda nellʼambito delle energie sostenibili e rinnovabili. La competizione ha già alle spalle un regolamento che prevede lʼammissione a scafi “solari” a propulsione elettrica con batterie da massimo 1Kw e pannelli solari di ricarica per un massimo di 1,75 Kwp con pannelli di produzione forniti dallʼorganizzazione o con pannelli high tec, realizzati appositamente, per la classe di ricerca “T” (Topclass).

1001WATTCUP considera di implementare le modalità di queste competizioni internazionali proponendo una o più tappe italiane in percorsi adeguati, quali ad esempio Venezia e la Laguna Veneta, la laguna di Orbetello, ecc., coinvolgendo le università italiane nella competizione e nella ricerca sperimentale sensibilizzata alle tematiche della sostenibilitaʼ ecocompatibilitaʼ, basso impatto ambientale e ridotto consumo energetico e con lʼobiettivo della riduzione e/o contenimento del moto ondoso e dei fattori inquinanti a grande e piccola scala

 

Roma, 28/01/2013

 

Chi siamo

 

Massimo Paperini, Architetto navale, cofondatore dell'associazione 1001VELA cup.

 

Paolo Procesi, Architetto, cofondatore dell'associazione 1001VELA cup.

 

Daniela De Palo, Giornalista, responsabile delle relazioni esterne.

 

Martina Santoro, Studentessa, collaboratrice.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questa informativa sull'utilizzo dei cookie sul sito web www.1001velacup.eu è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003).

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.1001velacup.eu (“Sito”) gestito e operato da 1001VELAcup - Via del Babuino 144 00187 Roma C.F. 97646250585 - P.IVA 12816651009.

Ogni ulteriore richiesta circa l'utilizzo dei cookie nel presente sito web può essere inviata attraverso la sezione Contattaci esistente nel presente sito. Puoi utilizzare la stessa sezione "Contatti" per esercitare in qualsiasi momento i diritti che il Codice ti attribuisce in qualità di interessato (art. 7 e ss D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196: ad esempio, accesso, cancellazione, aggiornamento, rettificazione, integrazione, ecc.), nonché per chiedere l'elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento eventualmente designati.

I tuoi dati personali sono trattati in ogni caso secondo le normative in vigore e non sono comunicati né diffusi.

Cosa sono i Cookie

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato.

Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito www.1001velacup.eu utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Quanti tipi di cookie esistono?

Esistono due macro-categorie fondamentali, con caratteristiche diverse: cookie tecnici e cookie di profilazione.

I cookie tecnici sono generalmente necessari per il corretto funzionamento del sito web e per permettere la navigazione; senza di essi potresti non essere in grado di visualizzare correttamente le pagine oppure di utilizzare alcuni servizi. Per esempio, un cookie tecnico è indispensabile per mantenere l'utente collegato durante tutta la visita a un sito web, oppure per memorizzare le impostazioni della lingua, della visualizzazione, e così via.

I cookie tecnici possono essere ulteriormente distinti in:

I cookie di profilazione sono più sofisticati! Questi cookie hanno il compito di profilare l'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso durante la sua navigazione.

I cookie possono, ancora, essere classificati come:

Per migliorare il nostro sito e comprendere quali parti o elementi siano maggiormente apprezzati dagli utenti utilizziamo anche, come strumento di analisi anonima e aggregata, un cookie di terza parte, ossia Google Analytics. Questo cookie non è uno strumento di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile consultare l'informativa fornita da Google al seguente indirizzo: http://www.google.it/policies/privacy/partners/

Se preferisci che Google Analytics non utilizzi i dati raccolti in nessun modo puoi utilizzare la navigazione anonima (opzione Do Not Track) del tuo browser.

Per sapere come attivare l'opzione sui principali motori di ricerca clicca sul browser che usi:

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei principali cookies.

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri.
La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com

Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da 1001velacup.eu.